Sei qui:  / News / “L’uomo nero ha gli occhi azzurri”, il libro di Giuliana Covella, collaboratrice di Articolo21, sarà presentato il 17 maggio a Roma

“L’uomo nero ha gli occhi azzurri”, il libro di Giuliana Covella, collaboratrice di Articolo21, sarà presentato il 17 maggio a Roma

 

Si terrà iL 17 maggio, alle 18, presso la Libreria Inglese di via del Moro, 45 – Roma, la presentazione di “L’Uomo nero ha gli occhi azzurri – la storia di Nunzia e Barbara” di Giuliana Covella, collaboratrice di Articolo21, edito da Guida.
Con l’autrice ne discuteranno il consigliere comunale del PD Athos De Luca, la consigliera con delega alle Pari opportunità al XVII municipio Antone…lla Tancredi e l’attore impegnato nel teatro civile Ferdinando Maddaloni, che curerà anche la lettura di alcuni brani del libro.

I diritti d’autore saranno devoluti in beneficenza al progetto “Una videoteca per Beslan”.

La storia:
Ponticelli, quartiere popolare a est di Napoli. Il 3 luglio 1983 vengono rinvenuti nell’alveo Pollena, un torrente in secca, i due corpi senza vita di Nunzia Munizzi e Barbara Sellini, di 10 e 7 anni. In seguito alla perizia del medico legale si scoprirà che le due amichette sono state violentate, pugnalate a morte e bruciate. L’Italia intera è scossa da quel duplice omicidio. In un primo momento gli inquirenti concentrano i sospetti su qualche maniaco del luogo. Ma ai primi di settembre accade qualcosa: i “mostri” vengono individuati in tre ventenni incensurati. Senza alcuna prova che ne dimostri la colpevolezza, ma solo in base alle accuse di un supertestimone, i tre ragazzi vengono condannati all’ergastolo. Una pena che scontano per oltre vent’anni senza aver commesso il fatto. Chi si voleva proteggere? Chi si doveva proteggere? Forse un camorrista a cui piacevano i bambini e che quindi avrebbe rappresentato, per il Sistema, un’onta da scostarsi di dosso? In trent’anni non è stato ancora svelato il mistero. Un mistero fatto, forse di un pericoloso intreccio tra camorra, politica, magistratura e forze dell’ordine.

Il libro è stato allegato alla domanda di revisione del processo presentata a giugno 2012 da Ferdinando Imposimato, Eraldo e Francesco Stefani alla Corte d’Appello di Roma, che a marzo 2013 ha accettato l’istanza. Le prime udienze del processo si terranno il prossimo 16 e 21 maggio a Roma.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE