Sei qui:  / News / Arcigay in Albania: la lotta all’omofobia deve coinvolgere tutti

Arcigay in Albania: la lotta all’omofobia deve coinvolgere tutti

 

La lotta all’omofobia deve coinvolgere tutti e, proprio per questo, in quella che rappresenta una inusuale vigilia della giornata internazionale contro l’omofobia, il 16 maggio alle 11, il presidente di Arcigay Paolo Patanè presenzierà a Valona, in Albania, ad un incontro tra le associazioni lgbt italiane e albanesi e gli studenti del Liceo “Ali Demi”.

L’importante evento, reso possibile grazie alla collaborazione del Consolato Generale d’Italia in Albania con il Presidente di Arcigay Pescara, Gianni Di Marco, è il primo legato a tematiche antidiscriminatorie e omofobia mai realizzato fuori dalla capitale del Paese, Tirana.

“Oramai esiste un movimento di opinione internazionale che sostiene nel rispetto e nella parità le rivendicazioni delle persone lgbt e la lotta all’omofobia”, spiega il presidente di Arcigay Paolo Patanè.

“Da questo punto di vista – continua – l’evento organizzato in Albania fa onore alla capacità di iniziativa delle associazioni albanesi e alla lungimiranza del console italiano a Valona ed è la conferma che in un momento di crisi economica non si può rinunciare a interrogarsi sulla giustizia e sull’uguaglianza delle persone e che l’omofobia è un problema di tutti”.

Per l’occasione Arcigay, oltre ad incontrare gli studenti, incontrerà il Console Generale presso la sede del Consolato Generale d’Italia a Valona Sergio Strozzi. Nel corso della giornata è previsto un intervento di Arcigay con la televisione nazionale albanese.

Tutti gli eventi di Arcigay in Italia

http://www.arcigay.it/

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE