Presentato il nuovo sito di Articolo21, lo spazio di chi costruisce ponti e non muri

2 0

#pretendiamoveritàegiustizia è l’hastag che ha accompagnato la presentazione del nuovo sito di Articolo21. Un incontro in streaming a cui hanno partecipato oltre cento persone a cominciare dai familiari di Giulio Regeni, Mario Paciolla, Antonio Megalizzi, Andy Rocchelli, Padre Paolo Dall’Oglio e Giancarlo Siani. Abbiamo scelto di introdurre la presentazione con le loro parole per rimarcare il nostro impegno alla #scortamediatica e continuare a intraprendere tutte le iniziative necessarie finché verità e giustizia sulle loro vicende non siano completamente assicurate.

Il prossimo mese il sito di Articolo21 compirà 19 anni. Quasi due decenni di impegno per la libertà di informazione e di espressione. In Italia e nel resto del mondo. Con oltre mille collaboratori che hanno contribuito tra articoli ed interviste. Oltre centomila i contenuti pubblicati da quando il sito è nato.
“Uno spazio a disposizione di tutti coloro che stanno dalla parte della Costituzione antifascista e antirazzista” ha sottolineato il presidente della Fnsi Giuseppe Giulietti, uno dei principali animatori dell’associazione dal suo esordio. “L’augurio – ha affermato Giulietti – è che divenga il sito dei costruttori, di chi lavora per costruire ponti e abbattere muri, di chi conosce il valore delle parole, da non usare come pietre da scagliare contro chi non la pensa come noi”.

Nel 2002 lanciammo il nostro primo appello contro l’editto bulgaro nei confronti di Enzo Biagi, Michele Santoro e Daniele Luttazzi e raccogliemmo cinquecentomila firme in pochi giorni. E uno dei punti di forza del nuovo sito che abbiamo presentato sarà proprio legato agli appelli contro censure e intimidazioni. Nei paesi del mondo (dalla Turchia alla Bielorussia, dall’Egitto alla Cina) dove giornalisti (e non solo) vengono minacciati per le loro idee e nelle piccole e grandi realtà del nostro paese, grazie a una rete territoriale (i presidi regionali di Articolo21) che terranno accessi i riflettori sui bavagli all’informazione locale.
“È importante – ha affermato il segretario della Federazione europea dei giornalisti Ricardo Gutiérrez – che associazioni e organizzazioni che difendono la libertà di informazione collaborino per essere più forti e respingere gli attacchi ai giornalisti, sempre più frequenti e violenti anche in Europa”.

E il 25 gennaio saranno 5 anni dal rapimento di Giulio Regeni. E seppure a distanza, per rispettare le norme di sicurezza, saremo insieme ai genitori che a a Fiumicello torneranno a chiedere verità e giustizia per tutti i Giulio e le Giulie del mondo…

*Stefano Corradino, direttore Articolo21


Ringraziamo tutti coloro che sono intervenuti all’incontro in streaming introdotti e moderati dalla portavoce di Articolo21 Elisa Marincola e da Roberto Natale: Paola e Claudio Regeni, Elisa Signori e Rino Rocchelli, Anna e Pino Paciolla, Luana Moresco, Francesca Dall’Oglio, Alessandra Ballerini, Paolo Borrometi, Antonella Napoli, Luca Bottura, padre Enzo Fortunato, Flavio Lotti, Mariangela Gritta Grainer, Vittorio Di Trapani, Anna del Freo, Lorenzo Frigerio, Loris Mazzetti, Ekaterina Zuzuk, Asmae Dachan, Vito Lo Monaco, Luisa Betti, Fatou Diako, Angelo Chiorazzo, Raffaele Crocco...

E decine i messaggi pervenuti tra cui Raffaele Lorusso, Riccardo Noury, Daria Bonfietti, Marco Omizzolo, Mauro Biani, Vincenzo Vita, Ivano Maiorella, Alessio Falconio, Marino Bisso, Giulio Vasaturo

Alla realizzazione del nuovo sito per opera del webmaster Mario Spada hanno contribuito in modo sostanziale per gli aspetti tecnici Antonella Napoli, Graziella Di Mambro, Roberto Rinaldi, Silvio Giulietti, Juana San Emeterio, Michele Cervo, Alessandra Tarquini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.