Sei qui:  / Articoli / Mafie / La mafia dei Nebrodi e la morte di due poliziotti straordinari

La mafia dei Nebrodi e la morte di due poliziotti straordinari

 

Se fosse uno scherzo del destino sarebbe drammatico. Nel giro di due giorni sono morti due poliziotti straordinari, dal grande impegno umano e professionale e che hanno onorato la propria divisa. Prima Tiziano Granata, poliziotto che era presente la notte dell’attentato al Presidente del Parco dei Nebrodi, Giuseppe Antoci, oggi Rino Todaro, collega di Tiziano ed in forza al commissariato di Polizia di Sant’Agata Militello, diretto dal bravo amico Manganaro Daniele. 

Tiziano lo conoscevo personalmente, aveva un’incredibile voglia di vivere e, insieme al collega Rino Todaro, voleva sconfiggere la piaga della mafia dei Nebrodi. Esattamente come Peppe Antoci e Daniele Manganaro. Una coincidenza tragica, un’incredibile scherzo del destino, o c’è altro?

Le Procure di Patti e di Messina hanno disposto le autopsie sui corpi dei due “sbirri” veri, quella di Tiziano sarà domani, quella del collega Todaro, lunedì mattina. 

Rimane l’amarezza per due uomini meravigliosi, un’amarezza ed una tristezza incolmabile. A Giuseppe, a Daniele ed alle famiglie di Tiziano e di Rino Todaro le condoglianze più sentite.  Sono sempre i migliori quelli che se ne vanno. Riposate in Pace.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE