Sei qui:  / Blog / Fanpage, aggredita a Salerno la cronista Gaia Bozza. Fnsi e Sugc: «Gesto vergognoso»

Fanpage, aggredita a Salerno la cronista Gaia Bozza. Fnsi e Sugc: «Gesto vergognoso»

 
La giornalista ‘affrontata’ da una donna durante la presentazione dei candidati del Pd. «Esprimiamo solidarietà alla collega e ci aspettiamo che con la stessa solerzia con cui è stata perquisita la redazione del giornale vengano ora identificati gli autori dell’aggressione», chiede il sindacato.
La cronista di Fanpage Gaia Bozza è stata aggredita da una donna durante la presentazione dei candidati del Pd a Salerno. «Ero con la telecamera nei pressi delle prime file – ha raccontato la giornalista – e cercavo di fare delle domande a Roberto De Luca quando ho sentito una donna che non conosco e che urlava alle mie spalle. Diceva ‘lasciatelo stare è un grande’, riferita a Roberto De Luca. Mi sono voltata e le ho chiesto se avesse visto il video che lo riguarda e se pensasse che sia una cosa da poco e lei mi ha risposto ‘lui è un grande, non come questa monnezza’, indicando la telecamera».

Poco dopo, la donna è tornata alla carica avventandosi sulla telecamera, cercando di mettere la mano sull’obiettivo e urlando. «Poi ha provato a darmi uno schiaffo – ha spiegato Bozza – ma l’ho schivato». A quel punto la donna è stata trattenuta e allontanata.

«Dopo le testate di Ostia arrivano gli schiaffi a Salerno. L’aggressione alla giornalista di Fanpage Gaia Bozza da parte di sostenitori di De Luca è un gesto vergognoso», è il commento di Raffaele Lorusso, segretario generale della Fnsi, e Claudio Silvestri, segretario del Sindacato unitario giornalisti Campania.

«Esprimiamo solidarietà alla collega – proseguono – e ci aspettiamo adesso che con la stessa solerzia con cui è stata perquisita la redazione del giornale per scoprire le fonti dei cronisti, vengano identificati gli autori dell’aggressione».

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE