Sei qui:  / Opinioni / Declino di Repubblica

Declino di Repubblica

 

Direttore Calabresi,

la magistrata Musti smentisce di aver affermato che i due carabinieri impegnati nelle indagini sul babbo di Renzi abbiano parlato di una “bomba mediatica”, che poteva creare un “casino” e che si sarebbe arrivati a Renzi”. La notizia è clamorosa. Ma per leggerla, si devono scorrere oltre 50 righe del pezzo della Vincenti, in taglio basso e che peraltro non la riporta neanche nel titolo, ma in un box.
Le scrivo perché mi spiace vedere il “mio” giornale che si è opposto con schiena dritta a Berlusconi, sotto la guida di  Ezio Mauro, diventare così mestamente filo-renziano. Voler sostenere Renzi è stata una scelta evidente di De Benedetti sin dal suo esordio. Ma noi lettori storici de la Repubblica – mi creda – soffriamo a vedere il declino di questa gloriosa testata. Che ormai acquisto per leggere Augias, De Gregorio, Maltese, Mauro (quando c’è), Serra e pochi altri commentatori, nonché le sempre godibili pagine culturali.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE