Sei qui:  / Africa del Nord e Medioriente / Articoli / Esteri / Mali, giornalista condannato a un anno per aver chiesto le dimissioni di un ministro

Mali, giornalista condannato a un anno per aver chiesto le dimissioni di un ministro

 

Il 26 luglio un tribunale di Bamako, capitale del Mali, ha condannato a un anno di carcere il giornalista Mohamed Youssouf (meglio noto come Ras Bath) per “incitamento alla disobbedienza delle forze armate”. Nell’agosto 2006 Ras Bath aveva dato la notizia su Radio Maliba FM di un attacco di un gruppo armato contro un post di blocco, nel nord del paese, in cui erano morti 11 militari.

Commentando la tragica notizia, Ras Bath aveva denunciato la cattiva gestione della sicurezza da parte del ministro della Difesa, auspicando le sue dimissioni. In altre parole, Ras Bath ha esercitato un legittimo diritto di critica ed espresso le sue opinioni, come garantito dalla Costituzione del Mali.

Al momento della condanna, Ras Bath si trovava all’estero, dove rimane tuttora. Il suo avvocato ha annunciato il ricorso in appello.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE