Sei qui:  / Opinioni / Nessuno tocchi i bambini

Nessuno tocchi i bambini

 

In questi giorni sono nuovamente emersi casi di violenza sui bambini. E’ accaduto a Milano, una regione che accoglie profughi, emigranti e molto attenta al rispetto dei diritti e della dignità umana, ma sembra che questi diritti, non vengano da tutti rispettati, specialmente da coloro a cui affidiamo quotidianamente i nostri bambini. Quel che è avvenuto all’asilo ‘Baby world’ di Milano, in zona Bicocca, è sconvolgente ed ha turbato profondamente i genitori, i cittadini e i Carabinieri di Milano, che da due mesi stavano monitorando l’interno della struttura, con micro camere, dopo la denuncia di due ex educatrici dimessesi dopo aver assistito a casi di gravi maltrattamenti sui bambini.

Negli ultimi due anni sono emersi molti casi di maltrattamenti sui bambini e sono casi che hanno riguardato diverse regioni italiane. Questi inaccettabili episodi di violenza sui minori, i più indifesi, fa nascere un’ansia incontrollabile, che crea fortissimo disagio esistenziale nei bambini maltrattati, sofferenza e diffidenza nei genitori e sdegno nei cittadini che hanno a cuore il futuro di questi “piccoli Angeli”.

Cosa fare: si sta discutendo sull’uso delle telecamere all’interno di strutture che ospitano bambini ed anziani, i più deboli ed incapaci di difendersi da soli. Sui social c’è un appassionato dibattito sui temi della tutela dei minori e degli anziani, con posizioni radicali che invocano la pena capitale per i colpevoli. L’uso delle telecamere obbligatorie negli asili, scuole materne e scuole elementari spacca in due la società tra favorevoli e contrari.
Il Garante per la Privacy, Antonello Soro, dovrà trovare la possibile soluzione, che garantisca e tuteli i diritti di bambini ed anziani con il diritto degli Operatori di settore alla legittima privacy. Il tema del “Grande Fratello” appassiona scrittori e complottisti, ma è un non problema. Oggi le telecamere di sorveglianza sono ovunque; negli ospedali, farmacie, tabacchini, gioiellerie, alle Poste, banche, per le strade, nei negozi e nei musei. Tutti usano questa tecnologia a tutela degli affari, per prevenire furti, per tutelare un’opera d’arte.

Cosa c’è di più prezioso di due grandissime “opere d’arte naturali”: i bambini e gli anziani; il futuro ed il passato, che devono essere tutelati a tutti i costi, quale Patrimonio dell’Umanità, unico ed irripetibile. Le telecamere non toglieranno la serenità agli Operatori coscienziosi e saranno un forte deterrente per gli addetti che violano quotidianamente i diritti fondamentali di bimbi ed anziani.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE