Sei qui:  / Blog / Polpo di Stato

Polpo di Stato

 

di Nadia Redoglia
Ha la capacità di cambiare colore molto velocemente usando particolari nel dettaglio come solo abilissimi truccatori sanno fare. Gli serve per mimetizzarsi e per comunicare con i suoi simili. Possiede più tentacoli, ma si badi, unico nel suo genere, dotati ciascuno di doppia fila di ventose che gli permettono di arrampicarsi ovunque, specchi compresi, e di catturare con maggiore facilità le prede. E’ commestibile, ma è necessario saperlo cuocere. Infatti, troppo spesso, si pensa che sia cotto, bollito a puntino: e invece no. L’errore sta nell’aggiungere acqua nel pentolone.
Il polpo si cuoce solo nell’acqua sua stessa!

Ora che la cucina Italia è dotata finalmente di chef sufficientemente capaci (non è il caso d’essere 5 stelle in tal senso) e di scaffali discretamente ordinati a sinistra e a destra, contenenti sufficienti ingredienti utili a ben cucinare il polpo, limitiamoci a sbatterlo nella pentola a pressione e lasciamolo cuocere nella sua acqua…

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE