Sei qui:  / Appuntamenti & Eventi / Articoli / Testimone di Pace a Bruno Pesce e Romana Blasotti

Testimone di Pace a Bruno Pesce e Romana Blasotti

 

Riceviamo e di seguito pubblichiamo la lettera invito dell’Assessore alla Pace della città di Ovada, Sabrina Caneva, dove ormai da diversi anni viene assegnato il Premio Testimone di Pace e relativa al premio di quest’anno: ” Cari amici di Articolo 21, vi scrivo per segnalarvi l’edizione 2012 del Premio Testimone di Pace che si terrà in Ovada (AL) il prossimo 4 Ottobre…

Il premio viene assegnato dalla nostra città insieme al Centro Pace Rachel Corrie, ogni anno, a una personalità, ente o associazione che si sia particolarmente distinta per l’impegno e l’azione nell’ambito della pace e della nonviolenza.
Quest’anno Testimone di Pace sarà dedicato ad un tema di cui vi siete occupati con la determinazione e la caparbietà che, grazie al cielo, vi caratterizza.

Testimone di Pace sarà assegnato a Bruno Pesce, coordinatore Vertenza Amianto, testimone a favore della vita e a Romana Blasotti in qualità di Presidente dell’Associazione Famigliari Vittime dell’Amianto di Casale Monferrato, che si è grandemente e tenacemente impegnata nella denuncia della tragedia che ha colpito un’intera popolazione.
Si può testimoniare la pace non solo dove esistono conflitti fra Stati ed etnie, ma anche dove la violenza si manifesta contro la vita nei luoghi di lavoro e nei confronti delle popolazioni. L’estrazione e la trasformazione dell’amianto, una sostanza molto redditizia economicamente ma tra le più pericolose per i lavoratori e le popolazioni, hanno causato una delle pagine più tragiche della storia dell’industria, una violenza durata oltre cento anni e che ha provocato migliaia di morti, di malattie e di dolori. La violenza dell’amianto ha avuto senza dubbio uno dei suoi punti più alti e tragici nella vicenda della fabbrica Eternit di Casale Monferrato, una tragedia che è diventata esempio di riscatto della dignità umana per il mondo intero.

Crediamo davvero, come ha scritto sulle vostre pagine Santo della Volpe, che la più grande lezione di educazione civica, e di educazione alla pace aggiungiamo noi, che negli ultimi tempi abbiamo avuto, sia la sentenza Eternit di Torino. Dovrebbe diventare oggetto di studio nelle scuole. Una sentenza storica ottenuta grazie all’impegno di persone come Bruno Pesce e Romana Blasotti; una sentenza che non è che un nuovo punto di partenza al quale devono guardare tutti coloro che hanno a cuore la democrazia e i diritti. Se la sentenza ha chiarito le responsabilità, non ha potuto fermare la strage. In Francia si aspettano 100 mila morti nei prossimi 20 anni, in Italia si calcola che saranno 40 mila. Ecco perché crediamo che il Premio Testimone di Pace abbia oggi sia un valore internazionale, per quelle migliaia di persone che si ammalano e muoiono ancora oggi in tutti i Paesi, sia un valore aggiunto dal momento che viene assegnato dalla nostra Città, Ovada, così vicina a Casale e che vuole essere legata da un fraterno vincolo con una popolazione innocente così duramente colpita.
La sezione informazione del Premio sarà assegnata a Farid Adly, voce libera ed autorevole sull’esperienza delle Primavere arabe. La trasparenza e l’impegno per un’informazione libera da ogni vincolo, economico e politico. Lo stesso impegno di Bruno Pesce e Romana Blasotti: ricercare, con tenacia e impegno civile, finalmente, la verità.

Lo spirito del premio è proprio questo: dare voce a storie che meritano di essere raccontate, a chi, senza troppo clamore, lavora ogni giorno con dignità e decenza per provare a ricostruire quel patto sociale fondato sui valori di cui abbiamo fortemente bisogno. Mai come in questi tempi abbiamo bisogno di farle sentire queste voci, di raccontarle, di lasciarci contaminare, di provare e ripartire da loro, per continuare a “camminare, insieme, domandando”.

La premiazione avverrà giovedì 4 ottobre, alle ore 21, presso il Teatro Splendor di Ovada. Sarà presente il Ministro della Salute Renato Balduzzi. Presentano la serata Assunta Prato e Danilo De Biasio.

Sabrina Caneva
Assessore alla Pace
Città di Ovada (AL)

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE