Sei qui:  / Articoli / Migrazioni / A Prato per la prima volta una mostra e un reading sui bambini migranti. Dal 3 al 6 maggio

A Prato per la prima volta una mostra e un reading sui bambini migranti. Dal 3 al 6 maggio

 

Ideata dall’Associazione Museo Migrante (Mu.Mi), arriva a Prato il dal 3 al 6 maggio a Palazzo Pretorio una mostra dedicata ai bambini migranti: “Storie di bambini ai confini dell’Europa”. Le tappe, o “stazioni”, che la mostra fa attraversare a partire dalla mappa del viaggio sono: le soglie, i confini, l’oppressione, lo spaesamento e l’orizzonte, per approdare infine a una nuova mappa costruita insieme da tutti coloro che incontrano le storie dei bambini, come per indicare la costruzione di una nuova comunità possibile.

E mentre le sale del palazzo ospiteranno per i quattro giorni del festival, video e audio in cui si raccontano le storie dei migranti più piccoli, provenienti da vari paesi del mondo che si sono trovati ad abbandonare la loro terra per cercare una vita più sicura, la domenica mattina, queste stesse storie saranno lette da attori e giornalisti: testimonianze, che vengono soprattutto dal Libano e dalla Siria, e che sono state raccolte da Valerio Cataldi giornalista Rai e co-fondatore dell’Associazione MuMI, e da Francesca Mannocchi, reporter freelance. Le letture saranno intervallate dal violino del siriano Alaa Arsheed e la chitarra di Isaac de Martin.

La mostra sarà inaugurata venerdì 4 maggio alle 14.30 a Palazzo Pretorio (piazza del Comune) e sarà seguita dal panel, valido per i crediti giornalistici, “Invisibili: i minori non accompagnati e le nuove demografie mediterranee”. Ovvero il dramma nel dramma, la sorte dei minori migranti: sono molti i bambini e i ragazzi non accompagnati o che perdono i genitori durante le traversate, che arrivano in Europa e devono affrontare una nuova vita da soli. Questo fenomeno, che cambia la demografia del vecchio continente, necessita di leggi e sistemi di accoglienza e di inclusioni ad hoc. Ne parliamo con esperti, istituzioni, centri studi, Carta di Roma, che affronta la cosa dal punto di vista dei media e

con la Fondazione Meyer particolarmente attenta a questo tema dal punto di vista sanitario e con il Museo Migrante che queste storie le raccoglie e le racconta, Partecipano: Paola Berretta, Carta di Roma, Eugenio Alfano, ASGI, Alessandro Salvi, Regione Toscana, Simona La Placa, Gruppo di studio sul bambino migrante, Gianpaolo Donzelli, presidente Fondazione Meyer. Modera Valerio Cataldi, giornalista TG2, Presidente Associazione Museo Migranti e Carta di Roma.

Tutto il programma su www.mediterraneodowntown.it

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE