Sei qui:  / News / Bavaglio alla libertà di espressione in Italia come in Africa

Bavaglio alla libertà di espressione in Italia come in Africa

 

Pubblichiamo di seguito una denuncia relativa alla violazione di libertà di espressione arrivata da Bologna:
EYSC (Eritrean Youth for Solidarity and Change) di Bologna e dintorni, gruppo per la solidarietà e il cambiamento in Eritrea e all’estero, ha organizzato il 29 settembre 2012 un incontro pubblico per far luce sull’abuso dei diritti umani in Eritrea, dal titolo “Eritrea tra passato e nuove speranze-Fuga da una prigione a cielo aperto”.

Appena cominciato, l’incontro è stato interrotto dalla aggressiva contestazione di alcuni membri della comunità eritrea storica di Bologna, sostenitori del PFDJ – partito unico al potere in Eritrea da 21 anni.

Vani sono stati i tentativi di riportare alla calma e al dialogo. La conferenza non ha potuto avere luogo.

La libertà di confronto ed espressione, bandita in Eritrea dal 2001, non è stata garantita neppure in Italia.

Non abbiamo potuto in questa occasione fare conoscere le gravi situazioni vissute dagli eritrei in patria e durante i viaggi “della speranza”, ma promettiamo di organizzare altri momenti di confronto, di approfondimento, di dialogo, anche.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE