I racconti “controvento” di Attilio Bolzoni

0 0
Da Danilo Dolci a Leonardo Sciascia, passando per Giovanni Falcone, Paolo Borsellino, Pietro Grasso, vittime e protagonisti della lotta contro la mafia, giù fino agli amici di una vita, ai compagni e alle compagne d’avventura, ai sognatori e alle sognatrice come lui, a chi non si arrende all’orrore, a chi ancora ci crede, spera, si batte e non ha paura di dire la verità in terra di frontiera. La frontiera, per l’appunto, quella della porta d’Italia e d’Europa e quelle dimenticate di cui sembra prendersi cura solo papa Francesco; senza dimenticare l’arte, il cibo, la passione politica e civile, l’arte culinaria e il desiderio di dire sempre e comunque la propria e non arrendersi mai.
Attilio Bolzoni è tutto questo e molto altro ancora, come si evince da “Controvento. Racconti di frontiera”, il suo ultimo gioiello letterario, un misto di giornalismo e letteratura, come detto, con quel tocco di sicilianità allo stato puro che rende la sua penna unica e le sue testimonianze preziose come non mai.

Iscriviti alla Newsletter di Articolo21