Sei qui:  / Blog / Condé Nast, nuovo presidio contro chiusure ed esuberi‬

Condé Nast, nuovo presidio contro chiusure ed esuberi‬

 
Prosegue la protesta dei giornalisti del gruppo dopo la giornata di sciopero di venerdì 29 settembre. Le foto del picchetto sotto la sede dell’azienda a Milano a cui hanno partecipato anche Associazione Lombarda dei Giornalisti e Fnsi.
Nuova protesta delle giornaliste e dei giornalisti di Condé Nast oggi a Milano. Dopo la giornata di sciopero, lo scorso venerdì 29 settembre, i lavoratori del gruppo si sono ritrovati sotto la sede dell’azienda – insieme con i rappresentanti dell’Associazione Lombarda dei Giornalisti e con la vicesegretaria generale vicaria della Fnsi, Anna Del Freo – per un nuovo presidio.

L’assemblea di redazione contesta la decisione dell’editore di chiudere quattro testate del gruppo (Vogue Bambini, Vogue Uomo, Vogue Sposa e Vogue Gioiello), dove lavorano 14 giornalisti, e la dichiarazione di 35 nuovi esuberi in totale mentre è ancora in vigore l’accordo per un contratto di solidarietà difensiva.

Giornaliste e giornalisti lamentano, inoltre, l’uso da parte dell’azienda di collaboratori esterni che, lavorando da remoto o anche in redazione, svolgono in pratica il lavoro dei giornalisti dipendenti. La mobilitazione prosegue e resta confermato lo stato di agitazione proclamato prima dell’estate.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE