Baldoni non piaceva agli ipocriti, a quelli che scrivono a tariffa

“Per capirmi è necessaria la curiosità di Ulisse di viaggiare in solitaria vedendo il mondo per esistere…”. In queste parole c’è l’essenza di Enzo Baldoni, viaggiatore e cronista curioso ammazzato in Iraq il 26 agosto del 2004 (ma sulla data..

Intercettazioni: bene proposta Orlando di confronto con mondo informazione ma prima via il testo sulla diffamazione al Senato

Il ministro Orlando, nella intervista rilasciata ad Alessandro Galimberti del Sole 24 ore, ha annunciato che la nuova legge sulle intercettazioni sarà preceduta anche da una ampia consultazione con editori,direttori, giornalisti; questo per ricercare il giusto punto di equilibrio tra il diritto alla riservatezza e il diritto di cronaca. Si tratta di un annuncio positivo […]

Insieme alla Perugia Assisi contro la “Terza guerra mondiale”

Non occorre essere “papisti” per riconoscersi nelle parole pronunciate da Francesco contro la terza guerra mondiale e sulla necessità di fermare gli aggressori senza massacrare la popolazione civile. Il Papa non ha usato parole generiche, non si è limitato alla condanna dell’inutile strage…

L’Isis non vuole solo espellere i cristiani ma sopprimere gli “Infedeli”

Ci rendiamo conto che questa non è stagione per gli approfondimenti, le inchieste, la lettura dei libri, la riflessione capace di superare la soglia dei sessanta secondi consecutivi, tuttavia ci sono temi sui quali sarebbe il caso di esercitare la virtù della prudenza, laica o santa che sia. Trattare con i…

Ciao Federico

Federico Orlando se ne è andato. Non è stato solo fondatore e presidente di Articolo21 ma anche il garante della nostra autonomia da tutto e da tutti. Sino all’ultimo giorno non ha mai rinunciato alla scrittura inviando i suoi contributi al sito di Art.21 e alla sua amata “Europa” di cui era condirettore. Nonostante la malattia lo ha fatto con il garbo, la passione e l’ironia di sempre. Troveremo il modo di ricordarlo nella maniera più degna. Un abbraccio alla moglie e ai due figli nonché nostri colleghi Alessandra e Edoardo, e agli amici che lo ricorderanno lunedì alle ore 17 nella sede di Europa in via Ripetta

“Mai più leggi salva B.” E le vecchie?

“Non faremo leggi salva Berlusconi”,questo il titolo scelto da alcuni giornali nel riportare le parole del Presidente del consiglio. Ci mancherebbe altro,verrebbe da commentare, ma forse queste parole sono meno banali di quanto si possa supporre. Perché mai Renzi si è sentito in dovere di dirle? Per rispondere alle critiche e alle domande di chi vorrebbe conoscere […]

Questa Rai riformata sarà più o meno libera?

Non conosciamo il testo integrale della annunciata autoriforma editoriale della Rai. Quello che sappiamo deriva dalla lettura dei giornali che, sino ad oggi, hanno riportato versioni parziali e non sempre identiche. Sia come sia, l’atteggiamento piú sbagliato sarebbe quello di chiusura aprioristica e di arroccamento pregiudiziale, soprattutto da parte di chi, per oltre un ventennio, ha chiesto […]

Concordia nazionale

“Simbolo del riscatto nazionale”, “L’Italia rinasce”, “Renzi si congratula con gli operai”, “Da simbolo di morte simbolo di vita”, questi alcuni dei titoli più ricorrenti a proposito delle operazioni di recupero della nave Concordia. Solo un’anima malvagia potrebbe non gioire per l’operazione andata a buon fine e per le capacità messe in mostra dai tecnici e dagli operai e dalle […]

La consultazione di Art.21 sul futuro del sistema dei media e sulla riforma della Rai

Questo contributo di Roberto Zaccaria inaugura in modo formale la campagna di consultazione di articolo 21 sul futuro del sistema dei media e sulla riforma della Rai. Mai come in questo momento è necessario tenere in vita un pensiero critico ed impedire che temi quali il conflitto di interesse…

Diffamazione a mezzo stampa: dalla legge bavaglio al bavagliolo

Magari non sarà una nuova legge bavaglio, ma potrebbe comunque rivelarsi una legge bavagliolo, e contribuire comunque a peggiorare ulteriormente l’esercizio del diritto di cronaca, per altro un diritto che non ha mai entusiasmato le classi dominanti, a qualsiasi latitudine e di qualsiasi natura e colore. Ci riferiamo alla nuova legge sulla diffamazioneche, dopo l’approvazione da parte della […]

Giorgio Ambrosoli, omaggio
a ‘uno che se l’andava a cercare’

L’11 luglio del 1979 un killer al soldo di Michele Sindona, così come hanno decretato i tribunali della Repubblica, ammazzò a colpi di pistola Giorgio Ambrosoli, commissario liquidatore della Banca Privata. Ambrosoli non era una toga rossa e neppure un oppositore dei governi e dei gruppi dirigenti di quella stagione…

Berlusconi fedele alla linea politica

“Le richieste dei giudici non mi faranno cambiare politica“, queste le parole usate dall’ex cavaliere per commentare la richiesta del tribunale di confermare la condanna a 7 anni per il cosiddetto caso Ruby. Perché mai dovrebbe farlo? Le accuse e le richieste di condanna, infatti, non hanno rapporto alcuno con la politica ed è cosa “buona e giusta” che anche […]

Bruno Ambrosi giornalista serio e rigoroso, tra i fondatori dei giornalisti del gruppo di Fiesole e di Articolo 21

Ci ha lasciato Bruno Ambrosi, un giornalista serio e rigoroso, una persona gentile e libera che, nella sua vita, ha sempre contrastato censure,bavagli,oscurità ed oscurantismi. Non sopportava logge,cordate e conventicole e, per questo, pagò anche un duro prezzo professionale e personale. Lo ricordiamo tra i fondatori dei giornalisti del gruppo di Fiesole e di Articolo 21, sempre […]

Sì all’immunità ai senatori e no al conflitto di interessi?

Conosco le ragioni che portarono all’istituto della immunità parlamentare, e non solo in Italia. A volerlo furono le forze più liberali a tutela della libertà di espressione degli eletti e come scudo nei confronti di eventuali abusi da parte di governi autoritari e degli apparati di repressione. Nel tempo, in modo sempre più clamoroso, l’immunità si è […]

“Uccidete me, non le idee che sono in me”. Il 10 giugno 1924 veniva ucciso Matteotti

Io il mio discorso l’ho terminato,ora preparate il discorso funebre per me”, così Giacomo Matteotti, parlamentare e segretario del partito socialista unitario, terminò il suo intervento alla Camera dei deputati il 30 maggio del 1924. In quell’intervento con la passione civile di sempre e con la consueta stringente concatenazione dei fatti, Matteotti elencò tutte le nefandezze delle quali […]

Rai: governo calendarizzi su fonte nomina e anticipi rinnovo convenzione

Abbiamo un grande rispetto per tutte le posizioni in campo sulla vicenda Rai, ma abbiamo la spiacevole sensazioni che, modi e forme della discussione, stiano favorendo la formazione di schieramenti innaturali che consentono…

Elezioni: ed ora una legge su conflitto di interessi e Rai

Dentro Articolo21 convivono da sempre posizioni politiche ed ideali assai diverse che corrispondono, ovviamente, a scelte elettorali differenti. Queste differenze sono per noi un valore da coltivare e da rispettare. Proprio per questo ci sentiamo di poter dire che siamo felici, al di là di qualsiasi altra legittima considerazione, di vivere in un paese che non ha […]

Rai: Renzi vuole allontanare partiti? Bene, cominci cambiando il decreto

Il presidente Renzi ha annunciato che, quanto prima, metterà mano ad una riforma della Rai che allontani governi e partiti dal controllo diretto della Rai. Se e quando questo dovesse accadere non potrà che trovare il sostegno di quanti lo hanno sempre chiesto. Proprio per questo sarebbe utile correggere quelle parti del decreto sulla Rai […]

Caso Geithner, golpe? No, autogolpe

Trovo assolutamente legittimo che si discuta delle dichiarazioni del ministro Geithner (nella foto) che ha adombrato l’ipotesi di un complotto internazionale per eliminare il governo Berlusconi. Altrettanto legittime sono le urla di dolore dell’ex cavaliere e dei suoi fedelissimi raccolti nel ridotto di Arcore. Naturalmente consentiranno, a chi berlusconiano non è mai stato, di formulare qualche interrogativo…

Da Dell’Utri a Genny, sono tutti prigionieri politici!

Marcello Dell’Utri,  il miglior amico dell’ex presidente condannato in via definitiva, ha fatto sapere dal Libano che gradirebbe non finire in carcere, anzi preferirebbe l’affidamento ai servizi sociali perché: “sono un prigioniero politico“. Perché dargli torto? Mai come in questo momento l’affidamento sembra essere non una misura punitiva, ma una sorta di vacanza premio con […]

Genny ‘a Carogna e la trattativa “Stadio-Mafia” che non deve continuare

Così dopo la trattativa “Stato Mafia”, abbiamo ora la trattativa “Stadio Mafia”, e in entrambi i casi, non c’è nulla di confortante per chi ancora crede nello stato di diritto e nella Costituzione. Le scene viste in tv, in occasione della finale di Coppa Italia, hanno inferto una ferita grave alla legalità repubblicana. Un gruppo di “carogne“, per […]

#Rai2016, ciò che va tagliata è l’interferenza impropria di governi, partiti e lobbies

Ci saremo alla assemblea indetta dall’Usigrai e qui annunciata da Vittorio Di Trapani. Ci saremo non solo in segno di solidarietá, ma perché condividiamo il percorso indicato e che, non a caso, segna anche l’iniziativa “Una carta di identitá per la nuova Rai”, che vede con Articolo 21 decine di associazioni di giornalisti…

Bandiera grigia non trionferà

Il 3 maggio è la giornata mondiale dedicata alla libertá di informazione voluta dall’Onu. Tutti i rapporti internazionali segnalano la recrudescenza della attività di censura, di controllo e di spionaggio. Non solo dunque in quelli che, da sempre sono considerati “Paesi bavaglio”, (dalla Cina all’Iran, dalla Turchia alla Corea del Nord), ma anche negli Stati Uniti, […]

Primo Maggio. Portella della Ginestra, la prima di tante stragi secretate

Il primo maggio del 1947 a Portella della Ginestra, una località ad appena 3 chilometri da Palermo, si consumò la prima strage della Italia repubblicana. La banda di Salvatore Giuliano, ispirata ed armata da latifondisti e mafiosi, fece fuoco su centinaia di persone, comprese donne bambini, che si erano riunite con il loro sindacato per festeggiare […]

Provvedimenti per le parole di Piero Pelú? Non si usino gli stessi metodi dei berlusconiani

Non conosco, politicamente parlando, Piero Pelú e nulla so dei suoi rapporti passati e presenti con Matteo Renzi. Se devo essere sincero non mi ha neppure appassionato il suo comizio dal palco del primo maggio a piazza San Giovanni. La banalizzazione dei progetti della P2, per altro piú viva che mai, serve solo a trasformare […]