In carcere per una tesi di laurea?

Se avete un figlio,una figlia, un parente o un conoscente in procinto di scrivere una tesi di laurea consigliate loro…

Agorà, ora le minacce in stile mafioso ai giornalisti si fanno in diretta tv

Quanto è accaduto ripropone il tema della tutela del diritto di cronaca e del diritto dei cittadini ad essere informati. Le croniste e i cronisti…

Diffamazione: sì, la mafia è una montagna di merda. E i mafiosi pure

Giacalone, da sempre impegnato con Libera, con Articolo 21 si è visto recapitare una querela non solo “temeraria”…

Il Senato approva la legge in difesa
degli amministratori minacciati.
Cancellata l’aggravante sulla diffamazione

E’ stata approvata dal Senato il disegno di legge a tutela degli amministratori e dei giudici minacciati da mafie e criminalità organizzate. Alla fine è stato stralciato qualsiasi riferimento alla diffamazione, articolo 595 del codice penale, accogliendo i rilievi di Articolo 21, Fnsi, UsigRai, Ossigeno e rilanciati da Avviso Pubblico e Libera, tra i promotori della legge.

Stefano Cucchi, di prescrizione in prescrizione verso la proscrizione della memoria

Sono passati sette anni da quel pestaggio e dalla morte di Stefano. Depistaggi, omissioni, perizie contraddittorie, hanno determinato…

Con il Cuore, una solidarietà che illumina le periferie

Questo itinerario può rappresentare, anche per la Rai e per i media in generale, una opportunità per ” Illuminare” davvero quelle periferie

Marco Lillo in Rai no, Riina junior sì?

Chi e perché ha deciso di inviare una lettera a tutti i direttori della Rai invitandoli a non dare spazio al libro “Il potere dei segreti” scritto da Marco Lillo, dando seguito…

Finti e veri partigiani dovrebbero concordare su un punto…

La ministra Boschi ci ha fatto sapere che i “veri partigiani” voteranno Sì al referendum costituzionale…

I professionisti della mafia non hanno bisogno della scorta

La polemica politica non può arrivare sino al punto di minacciare chi è costretto a vivere sotto protezione per aver scelto di stare…

Carcere ai giornalisti,
di sanzione in sanzione verso
il bavaglio

Quello che sorprende è il carattere vago ed indefinito della norma. Perché il tema non è stato discusso nella sede propria…

Thyssen, non fu tragica fatalità

Altri diranno se le sentenze per ilrogo alla Thyssen siano o meno congrue rispetto all’accaduto, ma questo processo…

Antimafia nel caos: e intanto i “professionisti della mafia” ringraziano

Sono giorni difficili per chi, da sempre, è impegnato nella lotta contro le mafie e la corruzione. Le accuse contro Ivan Lo Bello e Pino Maniaci

La libertà di informazione è come l’ossigeno, ti accorgi dell’importanza solo quando manca

Gli ultimi rapporti pubblicati da Reporter Sans frontiers narrano di un diritto sotto attacco, di un valore disprezzato…

#25aprile: libera stampa in libero Stato

Gli assalti squadristi ai periodici dei lavoratori. La “legge fascistissima” contro la stampa. La resistenza dei gruppi antifascisti…

Libertà di informazione sempre più giù…

Le ragioni che continuano a “condannare” l’Italia sono in parte strutturali ed in parte legate alla crescita delle minacce contro i cronisti…

Assisi: 5mila ragazzi contro tutti i muri

Siamo stati, insieme ad Articolo 21, ad Assisi, dove 5 mila ragazzi, arrivati da ogni parte d’Italia si sono riunioni per confrontare i loro progetti di pace e le loro azioni di solidarietà…

Idomeni-Assisi, un ponte ideale di pace, dialogo e solidarietà

Per una singolare e felice coincidenza, il Papa sarà ad Idomeni nelle stesse ore nelle quali, ad Assisi…

Germania, bavaglio turco in salsa tedesca: guai a chi oltraggia il “sultano”

L’Europa non riesce ad ottenere da Erdogan il rispetto dei più elementari diritti civili e di libertà, ma Erdogan riesce ad ottenere dalla signora Merkel il via libera al processo contro il comico che avrebbe “osato” dileggiarlo sui canali della tv tedesca. Jan Böhmermann, 35 anni, è un artista conosciuto ed apprezzato, autore e protagonista della trasmissione satirica “neo Magazin Royale”, nel corso della quale prende di mira tutto e tutti…

Come recintare il diritto di cronaca

La Corte di Cassazione sarà chiamata, il prossimo 7 aprile, a pronunciarsi sulla richiesta degli avvocati Francesco Arata e Margherita Benedini…

Erdogan processa giornalisti, mobilitiamoci per Dundar e Gul

Erdogan imprigiona i giornalisti, libertà per Dundar e Gulem. Il 25 marzo compariranno davanti ai giudici turchi i giornalisti Can Dundar ed Erdem Gul

Ad Assisi con Giulio Regeni nel cuore

Articolo 21 accoglie e rilancia l’appello del presidente della FNSI e al Meeting dei giovani delle Scuole di pace, che si terrà ad Assisi il 15 e 16 aprile, chiederemo #veritàegiustizia per Giulio Regeni e per i tanti Giulio che nel mondo hanno perso la vita per detenzioni illegali, torture, violazioni dei diritti umani e civili…

Giulio Regeni, ci mancano solo le scie chimiche

Hanno provato con la “pista passionale”. Poi hanno giocato la carta del “torbido mondo del vizio”. Quindi è arrivato il turno…

Papa Francesco, c’è più politica nella ‘sua’ Lavanda dei piedi che nei deliri della guerra

Non occorre essere credenti e neppure cattolici per provare ammirazione per un uomo che si inginocchia davanti ad altri uomini e lava i loro piedi…

La Rai e l’attenzione mediatica per la cronaca nera

“Troppo cronaca nera nei programmi di intrattenimento ..”, parole dell’ad della Rai Antonio Campo Dall’Orto, e che hanno suscitato…

Trivelle sì/no: sul referendum (17/4) congiura del silenzio

Il prossimo 17 aprile i cittadini italiani saranno chiamati alle urne per decidere se le “trivelle” potranno continuare a scavare…