Sei qui:  / Articoli / Informazione / La “carta dei media liberi” in dirittura d’arrivo

La “carta dei media liberi” in dirittura d’arrivo

 

La libertà di espressione è uno dei temi centrali nel quarto Forum mondiale dei media liberi che ha avuto inizio a Tunisi domenica 22 marzo 2015 nell’ambito del Social Forum. Dopo i primi tre incontri si era aperta una piattaforma partecipativa online, dove chiunque poteva dare il proprio contributo alla bozza per la formazione della carta che proprio a Tunisi ha visto la sua finalizzazione. E’ una rete che comprende radio comunitarie, blogger e media indipendenti di diverse parti del mondo che da alcuni anni lavorano alla costruzione della “carta dei media liberi” (Free Media World Charter). Dopo circa due anni di discussioni è stata definita nella sua completezza. La carta definisce cosa sono i media liberi e ha tra gli obiettivi quello di promuovere attività di advocacy (sensibilizzazione) verso la società civile e di lobby verso le istituzioni.

L’obiettivo è mettere al centro della discussione i principi fondamentali dell’informazione indipendente, come mezzo di partecipazione e come contrasto ai regimi e alla censura dei mass media.

La libertà di espressione è portata avanti anche all’interno di progetti come Shaping the Mena Coalition on Freedom of Expression promosso da Un Ponte Per, l’Associazione Ya Basta Caminantes e altre organizzazioni marocchine, irachene, tunisine ed egiziane. Un altro progetto con le stesse finalità è invece promosso da GVC, Ya Basta Caminantes e l’associazione tunisina Accun che sostengono la società civile tunisina in questo momento di transizione democratica. Tutte queste iniziative mirano a un’informazione libera da condizionamenti sovradeterminati. Proprio per questo motivo la platea che ha preso parte agli incontri proveniva da tutte le parti del mondo. Dal latino America al nord Africa all’Europa l’interesse è altissimo rispetto a questo che è un tema sempre più sentito. La tecnologia consente e offre opportunità fino a qualche tempo fa impensabili. E lo stesso proliferare di blog e piattaforme di informazione multimediale da l’idea del bisogno che c’è di una informazione sempre più completa che arriva direttamente dai luoghi dove i fatti accadono. Anche questo è stato un argomento molto dibattuto proprio per la necessità sempre più forte di avere informazioni dirette e senza manipolazioni.

Alcuni indirizzi di siti promotori della carta:

www. fmml.net
www.freedomofexpression.net
www.gvc-italia.org
www.yabasta.it

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE